Regione Autonoma della Sardegna

          

Seguici su

Ecomuseo delle Acque di Barbagia

L’Ecomuseo delle Acque della Barbagia di Sadali è posizionato nella parte meridionale della regione storico-geografica della Barbagia. È un sistema integrato delle risorse culturali, naturalistiche e ambientali e vede coinvolta nella sua istituzione la popolazione, la quale contribuisce attivamente alla ricerca, conservazione e valorizzazione dei beni culturali e naturalistici. L´Ecomuseo da la possibilità di conoscere in maniera approfondita le straordinarie bellezze del centro storico del paese e del suo territorio. Il centro storico di Sadali è caratterizzato dall´importante presenza d´acqua che sgorga dalla sorgente "Funtana Manna" per poi confluire nell´affascinante Cascata di San Valentino (alta 7 metri e unica cascata in Sardegna a sorgere all´interno di un centro abitato), nel cui lato presenta un antico mulino ad acqua che veniva utilizzato per la macinazione del grano. Di rilevanza storico-artistica è la Chiesa di San Valentino, edificata tra il IX e il X secolo d.C. Di rilevanza geologica è la voragine ´´Sa Ucca Manna´´ per la presenza di grandi concrezioni e stalattiti lunghe ed intatte presenti lungo tutto lo sviluppo della grotta stessa e per la sua funzione idrogeologica di raccoglitore e convogliatore di acque. Un´altra importante rilevanza naturale del luogo è "Su Stampu ´e Su Turnu". Si tratta di un triplice fenomeno carsico: inghiottitoio, grotta e risorgiva carsica, con cascata e laghetto. Questa formazione carsica si è sviluppata nelle rocce carbonatiche giurassiche dei Tacchi. La cavità si è originata dalla dissoluzione carsica con sviluppo verticale. L’erosione superficiale del Rio Su Longufresu ha intercettato questa cavità riempiendola completamente d’acqua, che ha originato poi alla base della grotta una condotta verticale a sezione circolare collegata con l’esterno, fungendo così da risorgiva carsica.

L´Ecomuseo propone diversi itinerari:
  • Panorami e scorci: Questo itinerario si addentra nel cuore del Centro Storico di Sadali;
  • Le Vie d’acqua: L’itinerario mette in evidenza le unicità storiche, archeologiche e paesaggistiche di Sadali, dove ruscelli e sorgenti danno vita a “Su paradisu abbau”;
  • Il Sentiero Delle Fate: Meta del percorso è lo splendido monumento naturale di “Su Stampu ‘e Su Turnu”;
  • Il Sentiero dei Carbonai: Il sentiero riscopre le diverse attività produttive che un tempo venivano svolte dall’uomo, analizzandone gli sviluppi e i punti di contatto con la tradizione e la spettacolare natura circostante; •Ceraxia: Un percorso dedicato all´osservazione della natura;
  • Percorso Nigòla: Il percorso consente una totale immersione nella natura selvaggia. La su particolarità sta nella “Scala ‘e Nigola”, un ripido passaggio obbligato che permette l’accesso all’altopiano. Coordinate: 39° 49´ 0.41" N - 09° 16´ 12.23" E Comune: Sadali

Come si raggiunge:
  • In auto o bus: Da Cagliari si percorre la S.S.131 sino allo svincolo sulla S.S. 128 per Senorbì.
Si prosegue per il bivio di Isili immettendosi poi sulla S.S. 198 per Sadali.
Da Sassari si percorre la S.S. 131 arrivando allo svincolo per Simaxis (Or), proseguendo verso Laconi e Villanovatulo, immettendosi poi sulla S.S. 198 per Sadali.
Da Oristano si percorre la S.S. 131 arrivando allo svincolo per Simaxis, proseguendo verso Laconi e Villanovatulo, immettendosi poi sulla S.S 198 per Sadali.
  • In Treno: Il Trenino Verde parte dalle stazioni ferroviarie di Mandas e Arbatax e arriva direttamente a Sadali.

Info Società Cooperativa "Le Tre Fate"
Sede: via Mazzini 17/A, Sadali (CA)
Email: coopletrefatesadali@gmail.com
Cooperattivamente Telefono: 320 6253278
Sito web: www.escursionisadali.it
Profilo Facebook: Grotta Is Janas - Cooperativa LE TRE FATE
torna all'inizio del contenuto